La motivazione: il motore che muove tutti gli ingranaggi

11

È stata una vera e propria occasione quella che circa 150 persone hanno colto sabato in mattinata all’Università degli Studi dell’Insubria di Varese. Sì, perché incontrare Andrea Azzalin (nella foto a destra, insieme a Roberto Ghielmetti di ASA), preparatore fisico vincitore della Premier League lo scorso anno con il Leicester dei miracoli, non capita tutti i giorni. L’evento è stato organizzato dall’associazione “All Sport Association” (ASA – www.allsportassociation.ch/it) per lanciare l’omonimo Football Clinic, un corso indirizzato agli studenti delle facoltà di scienze motorie, maestri di sport e a tutti i preparatori atletici che vogliono rimanere aggiornati sugli argomenti più importanti riguardanti il mondo della scienza applicata al calcio; si svolgerà tra fine maggio e inizio giugno a Bellinzona e Roma.

Tornando alla giornata con “il prof” Azzalin, si è parlato delle differenze di allenamento e di preparazione fisica tra Italia, Francia e Inghilterra e della suddivisione del carico di lavoro settimanale. Il braccio destro di Claudio Ranieri ha dispensato consigli – in maniera schietta e senza troppi peli sulla lingua – confrontando tutte le realtà in cui ha allenato.

Se vuoi leggere l’articolo completo è disponibile qui